Notizie
Magazine
17 Dicembre 2016 12:18

Governo (semi)nuovo e sfide antiche

POPWEEK, l'economia di una settimana

di Marina Scotti
Foto di Palazzo Chigi (CC BY-NC-SA 2.0)
  Questa settimana puntata doppia, a cavallo tra la crisi di governo, il nuovo esecutivo guidato da Paolo Gentiloni e le nostre complesse vicende societarie e di borsa, tra banche e telecomunicazioni: Montepaschi, ma anche Vivendi-Mediaset e Unicredit.   Lo stato dell'economia Abbiamo un nuovo governo, nominato rapidamente e che ha ottenuto una fiducia ugualmente rapida in Parlamento, in tempo per permettere al nuovo Presidente del Consiglio, l'ex ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, di partecipare giovedì al Consiglio europeo a Bruxelles. Ma andiamo con ordine: mercoledì 7 il Senato aveva approvato, a tempo di record e con il voto
Notizie
Magazine
06 Dicembre 2016 12:19

Le conseguenze di un no

POPWEEK, l'economia di una settimana

di Marina Scotti e Antonio Leone
  Lo stato dell'economia La vittoria del no al referendum non ha portato al crollo delle borse. Come spiega Walter Riolfi sul Sole, un tentativo speculativo c'è stato, ma all'inizio della settimana ed è fallito. Invece, nonostante la sicura crisi di governo (con dimissioni di Renzi rimandate a dopo l'approvazione della manovra di bilancio), Piazza Affari ha solo limato gli indici (FTSI Italia All-Share -0,21%) lunedì e a metà giornata di martedì 6 dicembre segna un deciso rialzo, oltre il punto e mezzo. I rischi sono altrove e riguardano molto di più il futuro delle banche. Anzi di una in particolare, come
Notizie
Magazine
26 Novembre 2016 09:59

Il venerdì nero, l'Economist e Alitalia

POPWEEK, l'economia di una settimana

di Marina Scotti
Lo stato dell'economia Questa settimana, cominciamo dallo shopping! Venerdì infatti è stato il Black Friday, cioè il venerdì che segue il Giorno del Ringraziamento e che, nella tradizione statunitense, è una giornata di super saldi nei negozi che da il  via agli acquisti in vista del Natale. Il nome deriva, probabilmente, dal caos che fin dagli anni Cinquanta e Sessanta caratterizzava questa giornata, con code lunghissime davanti ai negozi. Oggi, grazie ai servizi di e-commerce come Amazon, questa tradizione è diventata un po' anche la
Notizie
Magazine
21 Novembre 2016 17:00

Le speranze di Wall Street, le paure di Piazza Affari

POPWEEK, l'economia di una settimana

di Marina Scotti e Antonio Leone
Palazzo Koch, sede della Banca d'Italia (foto di Lalupa - CC BY-SA 3.0)
Lo stato dell'economia Mentre la Borsa di Milano continua a mostrare le difficoltà del sistema bancario italiano (la settimana scorsa è finita con un potente segno meno, e quella nuova parte in crescita solo grazie ai titoli petroliferi) dall'altra parte dell'Atlantico l'effetto Trump è proseguito: borse in crescita, record storico per l'S&P500. I motivi sono chiari: la finanza festeggia l'annunciato taglio delle tasse in America e teme i colpi di
Notizie
Magazine
12 Novembre 2016 10:05

Effetto Trump

POPWEEK, l'economia di una settimana

di Marina Scotti
Lo stato dell'economia Forse è presto per capire qual è e quale sarà l'effetto dell'elezione di Donald Trump come 45° presidente degli Stati Uniti, ma questo pezzo del Post riassume gli avvenimenti e i punti principali “dell'effetto Trump” sul mondo dell'economia e della finanza. In primo luogo, i mercati: le borse asiatiche e il dollaro, durante la notte trascorsa in attesa del risultato elettorale, hanno perso, ma sembra essere più un effetto dell'incertezza che un effetto del voto. In questo senso Wall Street mercoledì ha guadagnato circa l'1% e ha proseguito con
Lessico
Magazine
10 Novembre 2016 16:07

Bitcoin, Sardex e le altre

FOCUS: Quattro strade per far arrivare il denaro all'economia reale

di Arianna Lovera
Continua il racconto di Arianna Lovera, un viaggio nelle strade alternative per riportare il denaro, che i banchieri centrali hanno elargito a piene mani alle banche, nella direzione voluta: l'economia reale.   Come detto, i canali di distribuzione del denaro sono parzialmente interrotti. Dalla Bce arriva liquidità alle banche, che poi circola sul mercato finanziario internazionale ma difficilmente arriva a quei soggetti che necessitano di passare attraverso l’intermediazione degli istituti bancari – e in Italia il sistema di finanziamento delle imprese è particolarmente banco-centrico. Gli interventi della BCE volti a immettere liquidità nel sistema economico (quantitative easing) e i tassi negativi s
Lessico
Magazine
07 Novembre 2016 15:54

I soldi che ci mancano

FOCUS: Quattro strade per far arrivare il denaro all'economia reale

di Arianna Lovera
foto di Alison Benbow (CC BY 2.0)
Imprese, soprattutto le piccole e medie, che non riescono a pagare dipendenti e fornitori; famiglie che non accedono ai mutui… La ripresa italiana stenta a decollare perché – sembrerebbe – “non ci sono soldi”. Ma è davvero il denaro ciò che manca? Con il Quantitative Easing (QE, “alleggerimento quantitativo”), cioè l’acquisto dei titoli detenuti dalle banche, la Banca centrale europea ha tentato di immettere nuova liquidità nel sistema economico europeo e di incentivare i prestiti bancari verso le imprese. Un’altra misura che avrebbe dovuto sortire tali effetti è il taglio dei tassi di interesse sui depositi, ormai addirittura negativi. Le banche dunque “pagano” per tenere i propri capitali al sicuro nelle casse delle Bce – cosa che dovrebbe incentivarle a concedere più prestiti. Evidentem